Welcome to Chirurgia Roma!

Welcome to Chirurgia Roma!

HOMEALLCONGRESSIFORUMSTAMPAVIDEOEVENTIACCOUNTCONTATTISTAFFPATOLOGIE

     Cerca



     Categorie Menu
· Tutte le Categorie
· Bariatrica
· Colon Retto
· Congressi
· Esofago
· Fegato e Pancreas
· Generale
· Incontinenza
· Mammella
· News
· Parete addominale
· Polmone
· Proctologia
· Prostata
· Rene
· Stomaco
· Testa e collo
· Tiroide
· Urgenze

     Utente
Nickname

Password

(Registrati)

     Annunci

   

Proctologia: Sangue nelle feci e diagnosi precoce tumore colon-retto

 Di - Wed, 14 Nov 2012 19:10

Il sangue nelle feci è uno dei segni più frequenti che il medico proctologo rileva durante la pratica clinica. Una visita proctologica accurata deve porre attenzione non solo ai reperti obiettivi grossolanamente visibili, ma anche alle fini striature di sangue che possono verniciare il guanto e passare inosservate al medico disattento. Non sempre infatti il paziente giunge all'osservazione del sanitario per una sintomatologia franca, ma più spesso per sintomi correlati. Al contrario, se il sanguinamento è il segno che spinge a fare la visita medica, la prima cosa che il paziente riferisce è "dottore, ho le emorroidi!". Al medico l'ardua sentenza...

Il sanguinamento ano-rettale può essere definito manifesto, quando si nota nelle feci un sanguinamento rosso vivo o scuro, ed occulto quando viene rilevato da test diagnostici specifici nelle feci.

Per capire quale possa essere l'origine del sanguinamento, è necessario correlare quest'ultimo:



  • all'età del paziente: un paziente giovane avrà, più verosimilmente una patologia emorroidaria o una ragade. Un paziente che abbia superato i 50 anni, al contrario, dovra escludere prima di tutto una neoformazione colo-rettale mediante colonscopia.

  • anamnesi (storia) patologica remota, prossima e farmacologica: un trauma recente, assunzione di farmaci antinfiammatori o anticoagulanti, pregresso tumore colorettale, etc.

  • alla familiarità: il tumore del colon-retto insorge con una frequenza maggiore nei soggetti con parenti di I grado affetti da questo tipo di malattia. Una colonscopia in questo caso, può essere anticipata di qualche anno. Alcune patologie ereditarie predispongono al cancro del colon-retto, in età giovanile, o comunque molto precocemente.

  • sintomi associati: in presenza di dolori addominali parossistici, diarrea muco-sanguinolenta o lesioni perianali non tendenti alla guarigione in un paziente giovane è necessario escludere una malattia infiammatoria cronica intestinale, mentre se presenti dolori in fossa iliaca sinitra e febbre in un signore anziano, sarebbe opportuno escludere una diverticolite.

Alla luce di questi dati, che possono essere arricchiti in base al singolo caso, ed in relazione ai reperti evidenziati durante la visita medica si può consigliare un approfondimento diagnostico o una terapia medico-chirurgica.

CommentaDiscussioneNuova FotoNuovo Video Youtube




"Sangue nelle feci e diagnosi precoce tumore colon-retto" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati
 
     Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


     News Correlate
Emorroidi e prolasso emorroidario. Problema frequente ma si può risolvere

[ 624 letture ]

Emorroidi e prolasso emorroidario. Problema frequente ma si può risolvere
Prurito o bruciore anale. Cause e trattamento

[ 893 letture ]

Prurito o bruciore anale. Cause e trattamento
Cancro dell'ano. Diagnosi e trattamento. Anatomia chirurgica canale anale

[ 12081 letture ]

Cancro dell'ano. Diagnosi e trattamento. Anatomia chirurgica canale anale
Emorroidi e Prolasso. Sangue Feci e colonscopia. Come escludere cancro colon retto.

[ 7324 letture ]

Emorroidi e Prolasso. Sangue Feci e colonscopia. Come escludere cancro colon retto.
Sangue nelle feci e sindromi rare. La sindrome di Heyde

[ 3502 letture ]



[ Altro nella News Section ]





Per chirurgia etimologicamente si intende una attivita' lavorativa manuale. In effetti essa si identifica nella scienza che si occupa di studiare quelle malattie che potendo essere curate con le proprie mani vengono appunto dette chirurgiche.
Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione. Le immagini pubblicate potrebbero essere tratte da internet: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.

Generazione pagina: 0.28 Secondi