Welcome to Chirurgia Roma!

Welcome to Chirurgia Roma!

HOMEALLCONGRESSIFORUMSTAMPAVIDEOEVENTIACCOUNTCONTATTISTAFFPATOLOGIE

     Cerca



     Categorie Menu
· Tutte le Categorie
· Bariatrica
· Colon Retto
· Congressi
· Esofago
· Fegato e Pancreas
· Generale
· Incontinenza
· Mammella
· News
· Parete addominale
· Polmone
· Proctologia
· Prostata
· Rene
· Stomaco
· Testa e collo
· Tiroide
· Urgenze

     Utente
Nickname

Password

(Registrati)

     Annunci

   

Proctologia: Sangue nelle feci. Esplorazione rettale e visita medica primo approccio

 Di - Mon, 12 Nov 2012 18:14

L'esplorazione rettale, parte fondamentale dell'esame obiettivo generale in medicina, rappresenta un presidio importantissimo per la diagnosi precoce delle patologie (neoplastiche e non) dell'ano-retto, della prostata e dei tessuti perineali e perianali. Una esplorazione rettale correttamente eseguita è in grado di valutare gli ultimi 7-8 cm dell'ano-retto, regione dove si sviluppano dal 20 al 25% di tutti i tumori del colon-retto, il secondo tumore per incidenza in entrambe i sessi.

L'esplorazione rettale si esegue con il paziente in decubito laterale sinistro (posizione di Sims) con le gambe ben flesse verso il petto, in una stanza priva di rumori e confortevole dal punto di vista ambientale: ricordiamoci sempre che siamo difronte a pazienti affetti da una patologia, che stanno per sottoporsi ad una visita comunque delicata.
La prima fase dell'esplorazione rettale è l'ispezione: bisogna valutare l'ano e la cute perianale, la presenza di dermatiti, lesioni eritematose con associati o meno ascessi consensuali, condilomi, marische anali, polipi sentinella, gavoccioli emorroidari esterni o franco prolasso rettale, orifizi esterni di tramiti fistolosi, neoformazioni rilevate, piatte o ulcerate. L'ispezione deve comprendere anche la regione sacro-coccigea, che comunque si valuta meglio in posizione prona. Qualunque lesione dovrà essere palpata delicatamente onde definirne le caratteristiche principali: la sede va specificata considerando l'ano come un orologio con le ore 12 anteriormente e le 6 posteriormente.

Successivamente, dopo aver informato il paziente su tutte le operazioni che vengono eseguite, si introduce delicatamente il dito indice della mano destra, adeguatamente umettato, nell'ano-retto. Si valuterà la facilità d'ingresso del dito esploratore ed il tono sfinteriale basale, in fase di rilasciamento e sotto contrazione, la presenza di ragade anale o di tramite fistoloso, gavoccioli emorroidari interni, neoformazioni, etc. Per ogni lesione riscontrata dovra identificarsi la sede con la regola dell'orologio sopra descritta. Andranno descritti i caratteri della mucosa rettale, che normalmente risulta essere liscia, soffice e scorrevole sui piani sottostanti.

Anteriormente, circa 1-2 cm sopra la linea pettinata, e per 3 cm in senso craniale, è possibile apprezzare negli uomini la ghiandola prostatica. Questa normalmente risulta essere di consistenza parenchimatosa, composta da due lobi simmetrici separati da un solco mediano ben apprezzabile, delle dimensioni di una castagna, generalmente non dolorabile.

L'esplorazione rettale termina con la valutazione del materiale presente sul dito esploratore in uscita (feci, sangue, muco, altro).L'esplorazione rettale potrebbe essere impedita da una stenosi anale serrata e disturbata dalla presenza di abbondanti feci in ampolla rettale.

CommentaDiscussioneNuova FotoNuovo Video Youtube




"Sangue nelle feci. Esplorazione rettale e visita medica primo approccio" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati
 
     Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


     News Correlate
Emorroidi e prolasso emorroidario. Problema frequente ma si può risolvere

[ 624 letture ]

Emorroidi e prolasso emorroidario. Problema frequente ma si può risolvere
Prurito o bruciore anale. Cause e trattamento

[ 893 letture ]

Prurito o bruciore anale. Cause e trattamento
Cancro dell'ano. Diagnosi e trattamento. Anatomia chirurgica canale anale

[ 12081 letture ]

Cancro dell'ano. Diagnosi e trattamento. Anatomia chirurgica canale anale
Emorroidi e Prolasso. Sangue Feci e colonscopia. Come escludere cancro colon retto.

[ 7325 letture ]

Emorroidi e Prolasso. Sangue Feci e colonscopia. Come escludere cancro colon retto.
Sangue nelle feci e sindromi rare. La sindrome di Heyde

[ 3503 letture ]



[ Altro nella News Section ]





Per chirurgia etimologicamente si intende una attivita' lavorativa manuale. In effetti essa si identifica nella scienza che si occupa di studiare quelle malattie che potendo essere curate con le proprie mani vengono appunto dette chirurgiche.
Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione. Le immagini pubblicate potrebbero essere tratte da internet: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.

Generazione pagina: 0.11 Secondi